La cucina romana per celiaci

A Roma finalmente la cucina romana per celiaci, nasce da una esigenza personale e da un insegnamento paterno, Il mio ripeteva sempre: Fin quando un problema non ti tocca personalmente, non te ne occupi. Ebbene ammesso l’interesse, (mia figlia è celiaca), ho cominciato ad interessarmene! Avere un ristorante romano come il mio e non poter proporre quasi nulla a mia figlia, mi ha sollecitato a sperimentare. La pasta per celiaci se si seleziona quella giusta è perfetta per fare una amatriciana doc, con guanciale e pecorino romano giusto, e udite, udite….. faccio dei supplì ,delle polpette di  bollito, e dei fiori di zucca, ed in genere tutti i fritti romani,  con farine e pangrattati per celiaci,  fantastici, anche senza glutine si può maggiare alla grande, il segreto sono gli ingredienti, che come da nostra tradizione sono freschi e di prima qualità.

 

Polpette, suppli e fiori di zucca per celiaci, qualità senza compromessi!La premessa è sempre la stessa, per fare un fritto buono e sano la cosa fondamentale è l’olio, che deve essere esclusivamente, extra vergine di oliva. Stò selezionando  anche vari tipi di pane, sono a buom punto, stò allestendo un reparto separato dalla cucina  esclusivamente per confezionare pasti per celiaci, per fine luglio sono pronta. Nella sperimentazione ho scoperto e rivalutato il mais, il riso, il grano saraceno, il sorgo, la quinoa ect.., la cucina romana è di per se gustosa e si presta benissimo allo scopo, a volte i fritti con le  farine per celiachi, vengono ancora più croccanti e appetitosi.

 

Andando a leggere quà e là, ho scoperto che l’ intolleranza al glutine e la celiachia, si stà diffondendo a macchia d’olio. Sono molto soddisfatta dei miei progressi, ed anche contenta di poter accogliere quanti di voi, soffrono di questa noiosa e ghettizzante patologia.

Leave a Reply

Blue Captcha Image
Aggiornare

*